Nonostante la giovane età hai problemi con il sonno? Scopri perché tra i 20 e i 30 anni dormire bene è sempre più difficile.

Sei un under 30, godi ottima salute, hai una vita intensa e socialmente gratificante ma… la qualità del tuo sonno e la quantità di ore dormite non sono adeguate alle tue esigenze? Allora probabilmente ti rivedi nell’identikit del giovane insonne: sesso femminile, sensibilità accentuata, mente iperattiva, predisposizione alla tecnologia.

Il tecnostress come fattore di rischio per l’insonnia giovanile

L’essere donna è un fattore di rischio fisiologico per l’insonnia ad ogni età, perché il ritmo circadiano femminile differisce un pochino da quello maschile, tanto che a parità di ore di sonno, il riposo effettivo risulta inferiore. I millennials maschi e femmine, però, sembrano avere qualche problema in più ad addormentarsi rispetto ai loro coetanei di qualche generazione fa, e la causa principale è il tecnostress.

Iperconnessi, smartphone e tablet sempre accesi per controllare le notifiche sui social e le email fino a notte fonda, scorpacciate di serie tv fino all’alba, per non parlare delle nottate passate sui videogames… Fai anche tu parte del gruppo? Se la tua risposta è negativa, ma hai comunque difficoltà a dormire, allora bisogna indagare altre possibili cause.

Le conseguenze del dormire poco e male

Non riesci ad addormentarti o il tuo sonno è leggero e costellato da microrisvegli? Attenzione: il non dormire, anche se sei giovane, può essere spia di condizioni patologiche che puoi scoprire solo rivolgendoti agli specialisti. Ma se il tuo problema notturno non è sintomo di malattia, allora la causa va cercata altrove, con la consapevolezza che la privazione del sonno può diventare essa stessa causa di malattia. Tra le tante conseguenze dell’insonnia a livello psicofisico si annoverano:

• Aumento di peso
• Umore instabile, irritabilità
• Sonnolenza diurna (pericolosa per ogni genere di attività e per la guida)
• Vuoti di memoria e ridotta capacità di concentrazione
• Disturbi gastrointestinali
• Perdita di interesse per lo studio e il lavoro
• Mal di testa muscolo-tensivo
• Tachicardia

Non dormire rappresenta uno dei principali fattori stressogeni su cui intervenire prima che inizi a produrre danni alla salute. Ecco perché è importante intervenire in modo adeguato.

Le 10 cause più comuni di insonnia giovanile

Ecco un elenco di dieci possibili cause non patologiche che possono rovinare il tuo sonno:

  1. Mangi troppo, troppo poco, male o troppo tardi. L’alimentazione influisce più di quanto immagini sul sonno. Cenare troppo tardi la notte, consumando cibi indigesti, troppo unti o salati, favorisce risvegli notturni e sonni agitati. Ma anche saltare i pasti, o mangiare troppo poco non ti aiuterà a riposare bene, perché finirai per svegliarti per colpa della fame…
  2. Ti alleni la sera. Errore comune è quello di lasciare alle ore serali il tuo workout, che sia in palestra, a casa o all’aria aperta. In tal modo rischi di stimolare la produzione di adrenalina e di endorfine, che non è negativa di per sé, ma rappresenta un ostacolo al rilassamento che prelude al sonno. Se puoi, anticipa l’attività sportiva al mattino o, al massimo, al primo pomeriggio.
  3. Dormi con il gatto o il cane. Gli amici a quattro zampe possono diventare un problema quando abbiamo bisogno di riposarci. Se sono abituati a stare con noi possono produrre rumori (miagolii, latrati, lappate di toelettatura ecc.), o prendersi la libertà di balzare sul letto e cercare coccole in orari inappropriati. Insegna al cane o al gatto a dormire in un’altra stanza; e non ti preoccupare, ti vorrà bene comunque!
  4. Studi o lavori fino a tardi. Protrarre l’attività mentale o fisica oltre le ore serali significa inibire la produzione di melatonina, l’ormone del sonno, e garantirsi notti molto faticose.
  5. Non dormi in un ambiente che favorisce il sonno. Troppa luce, rumori o dispositivi tecnologici accesi o in stand by sono nemici del sonno. Occhio anche alla temperatura (mantienila sui 18-21 gradi se possibile), alla pulizia e al letto. Vivi in affitto? Magari il materasso che hai trovato disponibile in casa non è adatto a supportarti nel modo migliore, ed è così che dormi male e ti svegli con “le ossa rotte”: parlane con il proprietario dell’immobile. Se invece vivi a casa tua o dei tuoi genitori, valuta di cambiarlo quanto prima.
  6. Fai le ore piccole ogni weekend. Anche se sei giovane non è detto che il tuo sistema nervoso sia così plastico da adattarsi perfettamente ad ogni cambio di orario. Pertanto se ti accorgi che fare nottata il venerdì e il sabato ti scombussola troppo, prendi le adeguate contromisure e sii più morigerato. Attenzione anche all’alcol, è anch’esso nemico del buon sonno!
  7. Ti concedi uno o più sonnellini durante il giorno. Una pennichella pomeridiana di mezzora può starci, ma non di più, altrimenti rischi di sfasare il tuo ritmo sonno-veglia.
  8. Bevi troppi caffè, tè e bevande eccitanti (a base di cacao, cola, ginseng e guaranà). Lo fai anche la sera e persino prima di andare a letto? Sbagliato: mai dopo le cinque! Semmai, opta per una camomilla o altra tisana rilassante.
  9. Dormi con un partner che russa. Questo è un problema, specialmente se non puoi cambiare partner! Scherzi a parte, i tappi per le orecchie possono aiutare.
  10. Pensi troppo. Non riesci a staccare la spina, continui a rimuginare e ti rigiri nel letto? Prova a trovare calma e serenità ascoltando musica rilassante e ipnotica o sperimentando tecniche di respirazione per rilassarti e svuotare la mente.

L’aiuto naturale per il buon sonno

Ti ritrovi in una delle condizioni che abbiamo appena elencato? Lasciati accompagnare in un percorso per imparare a gestire meglio il tuo riposo, attraverso indicazioni e consigli che possano aiutarti a raggiungere una maggiore qualità del sonno. Registrati subito gratuitamente!

E per l’intera durata del tuo percorso, fatti aiutare da SERIPNOL, l’integratore alimentare a base di L-teanina, melatonina, magnesio ed estratti di magnolia e giuggiolo: grazie a questa composizione, queste sostanze hanno un effetto di potenziamento reciproco utile a ritrovare un sonno riposante. Se hai dei dubbi, rivolgiti sempre al tuo medico.

28 BUSTINE
Integratore alimentare a base di L-TEANINA, estratti secchi di ZIZIPHUS e MAGNOLIA, MELATONINA e MAGNESIO. Con edulcoranti.

La Melatonina contribuisce alla riduzione del tempo richiesto per prendere sonno. L’effetto benefico si ottiene con l’assunzione, poco prima di coricarsi, di 1 mg di Melatonina. Il Magnesio contribuisce alla normale funzione psicologica e al normale funzionamento del sistema nervoso, mentre l’estratto secco di Giuggiolo favorisce il rilassamento, il sonno e il benessere mentale. Scopri di più

Prodotto senza glutine.

MODALITÀ D'USO
Si consiglia di sciogliere 1 bustina in un bicchiere di acqua alla sera prima di coricarsi. Prodotto concentrato in bustina da consumarsi previa ricostituzione in 200 ml di acqua (pari a un bicchiere colmo di acqua).
28 STICK
Integratore alimentare a base di L-TEANINA, Magnesio, estratti vegetali e con MELATONINA MINIACTIVES® Retard. Con zucchero ed edulcorante.

La Melatonina contribuisce alla riduzione del tempo richiesto per prendere sonno. L’effetto benefico si ottiene con l’assunzione, poco prima di coricarsi, di 1 mg di Melatonina. Il Magnesio contribuisce alla normale funzione psicologica e al normale funzionamento del sistema nervoso, mentre l’estratto secco di Giuggiolo favorisce il rilassamento, il sonno e il benessere mentale. Scopri di più

Prodotto senza glutine.

MODALITÀ D’USO
Si consiglia di sciogliere 1 stick in un bicchiere di acqua alla sera poco prima di coricarsi. Prodotto concentrato in stick da consumarsi previa ricostituzione in 200 ml di acqua (pari a un bicchiere colmo di acqua).
GOCCE
Integratore alimentare a base di L-TEANINA, ESTRATTI VEGETALI e MELATONINA.

La Melatonina contribuisce alla riduzione del tempo richiesto per prendere sonno. L’effetto benefico si ottiene con l’assunzione, poco prima di coricarsi, di 1 mg di Melatonina. L’estratto secco di Giuggiolo favorisce il rilassamento, il sonno e il benessere mentale. Scopri di più

Prodotto senza glutine.

MODALITÀ D’USO
Si consiglia di assumere 10 gocce di prodotto (che apportano 1 mg di Melatonina), poco prima di coricarsi, diluite in un po’ di acqua (50 ml). Agitare bene il flacone prima di ciascun utilizzo.